Alla squadra di calcio della comunita' Arcobaleno la prima edizione della "Coppa Giulia di Barolo"

10 Luglio 2014

La squadra della comunita' Arcobaleno, del padiglione E della Casa circondariale Lorusso e Cutugno, si e' aggiudicata (con otto punti in classifica) la prima edizione della "Coppa Giulia di Barolo", torneo di calcio dedicato alla nobile torinese grande riformatrice delle carceri nella seconda meta' dell'800.

Al torneo all'italiana, disputatosi nel campo di calcio del padiglione E il 10 luglio scorso, hanno partecipato in tutto quattro squadre: la squadra vincitric; una formazione costituita dai detenuti della sezione Rubgy; un'altra, esterna, della Kappa-Robe di Kappa; infine, quella degli studenti del Polo universitario, che sono ospitati nello stesso padiglione. In quest’ultima squadra hanno giocato anche alcuni volontari del gruppo "Sulle orme di Giulia", progetto dell'associazione Carlo Tancredi e Giulia di Barolo che opera all'interno del carcere e ha organizzato il torneo. Al secondo posto (con sei punti in classifica), la squadra del Rugby. Fa parte di questa formazione Mohamed, il calciatore capocannoniere del torneo che, con tre reti, si e' aggiudicato una apposita coppa. Al terzo posto la squadra della Kappa, con quattro punti in classifica. E' rimasta a zero punti la formazione del Polo universitario-Sulle orme di Giulia. Buona pero' la prestazione del portiere di quest'ultima squadra, Andrea Pennini (esterno al carcere e docente universitario), che ha ricevuto la Coppa per il miglior portiere.

Ecco i risultati: Polo/Giulia-Rugby 0-2; Kappa-Arcobaleno 2-3 (ai rigori, dopo 1-1); Polo/Giulia-Kappa 0-2; Rugby-Arcobaleno 0-1; Polo/Giulia-Arcobaleno 0-3; Kappa-Rugby 1-6.

Il torneo e' stato realizzato con la collaborazione degli agenti di polizia penitenziaria e con gli operatori sportivi del padiglione E.